Comune San Candido - piano clima - MOB04

SCHEDA MOB04

AMMODERNAMENTO DEL PARCO VEICOLI E PROMOZIONE DELLA MOBILITÀ ELETTRICA

Settore: Settore trasporti

Area di intervento: Promozione del trasporto pubblico e ottimizzazione della viabilità

Strumento di pianificazione: Norme per la mobilità e i trasporti

Competenze e soggetti coinvolti: Ufficio tecnico; assessore comunale, operatori energetici

Periodo: Azione continua

Premessa

La composizione del parco veicoli privati e commerciali è andata modificandosi negli ultimi anni a favore di autovetture dotate di tecnologie meno inquinanti. È inoltre aumentata la quantità di biocarburanti immessi in rete.

Per quanto riguarda invece la mobilità elettrica, nel giugno 2016 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 18 aprile 2016 recante "Approvazione dell'aggiornamento del Piano nazionale infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica (PNIRE) approvato con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 26 settembre 2014". Il PNIRE è il documento di programmazione che definisce le linee guida per garantire lo sviluppo unitario del servizio di ”rifornimento elettrico” sul territorio italiano.

Prossimi sviluppi dell’azione

Il parco auto privato è soggetto a un costante rinnovo negli anni, con conseguente dismissione dei veicoli più vecchi dotati di tecnologie motoristiche meno efficienti. Bisogna considerare inoltre il nuovo sistema dell’obbligo di immissione in consumo dei biocarburanti (D.M. MiSE 10 ottobre 2014) che secondo l’IPCC, hanno un effetto nullo o molto basso sulla produzione di CO2: i soggetti obbligati sono tenuti, ogni anno, a immettere in consumo una quota di biocarburanti sostenibili, in quantità proporzionale ai carburanti fossili immessi in consumo (la percentuale nel 2019 era dell’8%). L’aumento progressivo culminerà nel 2030 con un 20% di biocarburanti distribuiti nel mix per autotrazione.

Con riferimento alla mobilità elettrica, la Legge Provinciale Territorio e Paesaggio punta all’ottimizzazione del traffico anche mediante la promozione di sistemi di propulsione a basse emissioni, elettrici, a idrogeno, a metano o simili e l’estensione della rete di stazioni di ricarica elettrica e di rifornimento di idrogeno.

Inoltre prevede che almeno la metà delle aree destinate a parcheggi pubblici debba essere riservata al parcheggio di mezzi di trasporto sostenibili, quali vetture in car sharing e veicoli elettrici, biciclette elettriche e biciclette non motorizzate, e deve offrire la possibilità di collegamento a stazioni di ricarica elettrica.

L’art. 5 della stessa legge prevede che “Gli edifici non residenziali di nuova costruzione e gli edifici non residenziali sottoposti a ristrutturazioni importanti, con più di dieci posti auto, devono essere dotati di almeno un punto di ricarica (ai sensi della direttiva 2014/94/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014), sulla realizzazione di un'infrastruttura per i combustibili alternativi, e di infrastrutture di canalizzazione, vale a dire condotti per cavi elettrici, per almeno un posto auto su cinque, per consentire la successiva installazione di punti di ricarica per veicoli elettrici. […] Dal 1° gennaio 2025 devono essere previsti almeno due punti di ricarica per gli edifici non residenziali con più di 20 posti auto e almeno tre punti di ricarica per quelli con più di 100 posti auto. […]

Gli edifici residenziali di nuova costruzione e gli edifici residenziali sottoposti a ristrutturazioni importanti, con più di dieci posti auto, devono essere dotati delle infrastrutture di canalizzazione, vale a dire condotti per cavi elettrici, per ogni posto auto, per consentire la successiva installazione di punti di ricarica per veicoli elettrici.”

Anche la Provincia di Bolzano ha attivato un pacchetto di contributi e incentivi per l'acquisto di veicoli elettrici. Infatti, l'amministrazione provinciale è già obbligata dal 2017, secondo la risoluzione della giunta provinciale del 20 giugno 2017, n. 688, ad acquistare, noleggiare o affittare solo veicoli elettrici. Finora, però, questo non si applica alle amministrazioni comunali, anche se ci sono già stati colloqui in merito.

Tuttavia, l'acquisto di veicoli elettrici è promosso dalle seguenti misure:

  • contributo provinciale di 2.000 euro per l’acquisto, il leasing o il noleggio a lungo termine di autoveicoli elettrici e 1.000 euro per l’acquisto, il leasing o il noleggio a lungo termine di autoveicoli ibridi plug-in per veicoli del valore di meno di € 50.000;
  • esenzione dalla tassa automobilistica per i primi 5 anni;
  • riduzione al 22,5% della tassa automobilistica dopo i cinque anni;
  • 30% (fino a 1.000 euro) per l'acquisto di motoveicoli o ciclomotori (scooter) elettrici;
  • 30% (fino a 1.500 euro) per l'acquisto di bici cargo elettriche con una portata complessiva minima di 150 kg.

Sono inoltre previsti contributi tanto a enti pubblici quanto a soggetti privati per l’installazione di punti di ricarica e contributi per investimenti aziendali per lo sviluppo della mobilità elettrica.

Attualmente nel Comune di San Candido sono presenti 16 stazioni di ricarica per auto elettriche - di cui 4 ad uso pubblico e le restanti installate da strutture ricettive ad uso dei propri clienti - per un totale di 27 prese. A queste si aggiungono 13 stazioni di ricarica per bici elettriche - di cui 6 ad uso pubblico - per un totale di 47 prese. Inoltre, sono state installate delle stazioni di ricarica "Supercharger".

Il piano per l’installazione di nuove colonnine di ricarica ad uso pubblico verrà definito con il coinvolgimento degli esercizi alberghieri e commerciali di maggiori dimensioni. Gli obiettivi al 2030 in termini di punti di ricarica e veicoli elettrici immatricolati nel Comune verranno stabiliti in linea con il Piano Nazionale Infrastrutturale per la Ricarica.

Risparmio energetico (MWh/anno): 756

Energia da FER (MWh/anno): 0

Risparmio di CO2 in tonnellate: 540

Attori coinvolti: Comune di San Candido, comuni limitrofi, Provincia di Bolzano, strutture ricettive, operatori privati Strumenti di finanziamento: Risorse private, contributi provinciali e incentivi fiscali

Indicatori di monitoraggio: Categoria Euro delle auto immatricolate nel Comune di San Candido, numero di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici, consumi del settore dei trasporti

Avanzamento dell’azione: IN CORSO

Effetto sull’adattamento: No

Effetto sulla povertà energetica: No

 

 

 

      ritorna ai progetti